Italian Albanian Armenian Chinese (Simplified) English Filipino French German Japanese Russian Spanish

Campanile di San Marco

Rate this item
(0 votes)

L'altezza del campanile è di 98.6 Metri e  si innalza di fronte alla Basilica di San Marco.  Le sue origini sono del 888, per poi venire ricostruito agli inizi del 1500.

Si tratta forse di uno dei simboli più conosciuti di venezia, e viene chiamato comunemente El paròn de casa dai veneziani , ovvero il padrone di casa.

Sulla sua sommità, tra la cella campanaria e la cuspide a forma di piramide ( sormontata dalla statua dorata dell'Arcangelo Gabriele, posizionato il 6 Luglio 1513 ) , si trovano le raffigurazioni di due leoni andanti e della Giustizia ( due e due ). Sul lato rivolto verso la Basilica di San Marco è presente la loggetta del Sansovino 

In origine la sua funzione era duplice, ovvero come torre di avvistamento nel primo caso e faro nel secondo, costruzione iniziata durante il dogado di Pietro Tribuno.

Tra i danni subiti dalla struttura si ricordano numerosi fulmini ( fino alla posa nel 1776 di un parafulmine ) , un terremoto nel 1511 ( lavori di consolidamento iniziati dall'architetto Giorgio Spavento e finiti da Pietro Bon ) e il crollo improvviso nel 1902 ( 14 Luglio alle ore 9.47).

Dopo questa ultima sciagura, consiglio comunale decide praticamente il giorno stesso di avviare la ricostruzione, che durò dieci anni, per riportarlo così com'era prima dell'incidente.Famosa la frase del sindaco Filippo Grimani, "come era , dove era" , che diventerà il motto  della ricostruzione.

Nel disastro non si registra nessun ferito.  Viene ritrovata invece indenne la campana principale del Campanile, chiamata Marangona, portata a Venezia durante il periodo del Medioevo da Oriente. Viene sostituita anche la statua dell'Archangelo Gabriele ( già cambiata nel 1822 da Luigi Zandomeneghi ).

Le nuove campane ( sostituendo quelle danneggiate nel crollo e risalenti al 1820 ) , vengono fuse in una fonderia creata appositamente sull'isola di S. Elena e sono donate da papa Pio X. I loro nomi sono legati alle occasioni in cui venivano utilizzate

Marangona o Carpentiera, segnava l'inizio e la fine del lavoro dei marangoni, ovvero i carpentieri dell'Arsenale

Nona o mezzana, segna ancora oggi il mezzogiorno

Trottiera o Quarantia, era il segnale per i nobili che dovevano affrettarsi al suo suono per raggiungere il Maggior Consiglio ( al quale dovevano partecipare )

Pregadi, Pregadio o Mezza Terza, era utilizzata per annunciare le riunioni del Senato, i cui membri si chiamavano appunto Pregadi

Renghiera o Maleficio, veniva suonata prima dell'emissione di una sentenza da parte del magistrato.

 

Alcune curiosità:

Indicativamente verso la sua metà in altezza,  sporgeva una grossa trave alla quale, tramite una fune, era assicurata una gabbia di legno e ferro chiamata "cheba" ( gabbia in veneziano ) . Al suo interno venivano condannati i preti rei confessi di gravi delitti e veniva loro concesso come sostentamento pane e acqua , calati tramite una carrucola dall'alto.  Questo tipo di tortura viene abolita nel 1518.

 

Nel 1609, il campanile viene utilizzato da Galileo Galilei per effettuare una dimostrazione del cannocchiale di sua invenzione.

 

Il termine "bere un'ombra" deriva dal fatto che un tempo ( fino al 1872 , anno in cui per delibera del consiglio comunale viene abolito questo costume ) alla base del campanile si trovavano piccole osterie "ambulanti", quindi usando dire "andiamo a bere il vino all'ombra del campanile" , il bicchiere di vino è diventato "l'ombra".

 

Last modified onSabato, 29 Ottobre 2016 07:43
  • Sestiere: San Marco
  • Apertura:

     

    Ottobre: 9.00 - 19.00 (ingresso: interi 8 € , ridotti 4 € solo per gruppi superiori a 15 persone)

    Novembre-Marzo/Aprile (Pasqua): 9.30 - 15.45 (ingresso: interi 8 € , ridotti 4 € solo per gruppi superiori a 15 persone)

    Marzo/Aprile (Pasqua) - Giugno: 9.00 - 19.00 (ingresso: interi 8 € , ridotti 4 € solo per gruppi superiori a 15 persone)

    Luglio - Settembre: 9.00 - 21.00

  • Tariffa:

     

    interi 8 € , ridotti 4 € solo per gruppi superiori a 15 persone

  • Costruzione: IX secolo
  • Architetto - artisti principali: Giorgio Spavento Pietro Bon Baldassarre Longhena
  • Fermata ACTV più vicina: San Marco Vallaresso
  • Sito Web:

    www.basilicasanmarco.it/

  • Telefono: 041 270 8311
More in this category: « Arsenale di Venezia

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.