Campanile di San Marco
Venicepedia.it

Campanile di San Marco

Musei

Indice articolo

L'altezza del campanile è di 98.6 Metri e  si innalza di fronte alla Basilica di San Marco.

Le sue origini sono del 888, per poi venire ricostruito agli inizi del 1500. In origine fungeva come faro per le navi in ingresso nella laguna.
Indicativamente verso la sua metà in altezza,  sporgeva una grossa trave alla quale, tramite una fune, era assicurata una gabbia di legno e ferro chiamata "cheba" ( gabbia in veneziano ) . Al suo interno venivano condannati i preti rei confessi di gravi delitti e veniva loro concesso come sostentamento pane e acqua , calati tramite una carrucola dall'alto.
Questo tipo di tortura viene abolita nel 1518

Tra il 1511 e il 1514 assume il suo aspetto definitivo, mentre tra il 1537 e il 1549 viene costruita ad opera di Jacopo Sansovino la loggetta adornata di marmi e bronzi.


Nel 1776 il campanile venne dotato di parafulmine.

Da sempre la sua immagine è collegata alla tradizione del volo dell'angelo ( svolo ) del Carnevale.
Il 14 luglio 1902 crolla improvvisamente. Il consiglio comunale decide praticamente il giorno stesso di procedere con la ricostruzione, che durò dieci anni, per riportarlo così com'era prima dell'incidente.


Nel disastro non si registra nessun ferito.  Viene ritrovata invece indenne la campana principale del Campanile, chiamata Marangona, portata a Venezia durante il periodo del Medioevo da Oriente.

Sono celebri gli studi effettuati da Galileo Galilei, nell'agosto del 1609 con il suo cannocchiale, donandolo poi al Doge Leonardo Donato. All'interno della cella della torre campanaria nel 2009 è stata posta una targa commemorativa dell'evento.


Prev Next »

Informazioni aggiuntive

Ingresso:
6 € per ingresso 9.45 - 20 da luglio a settembre 9.30 - 17 da aprile a giugno 9.45 - 16 da ottobre a marzo
Sestiere:
San Marco
Ultima modifica ilSabato, 02 Marzo 2019 17:48
(0 Voti)
Letto 433 volte

Articoli correlati (da tag)