Ternieri e casaroli

  Si tratta dei venditori di olio miele formaggi carne di maiale. Non sono da confondere con la categoria dei luganegheri che occuperà un ramo a se stante nel tardo Seicento. 

Una delle imposizioni a questi venditori era il fatto di non poter vendere le proprie merci per la strada in modo tale da evitare una concorrenza sleale nei confronti delle Botteghe disseminate tra Marco e Rialto. Come per tutte le altre corporazioni esistevano delle norme specifiche sulla qualità e la quantità della merce in vendita sempre per non creare situazioni illecite nei confronti degli acquirenti finali. 

 E si potevano anche commerciale al dettaglio pesci salati e secchi 

 Il loro patrono é San Giacomo 

 

Related Articles