Lunedì, 03 Agosto 2015 00:00

La forcola

Rate this item
(1 Vote)

Sono gli scalmi ( appoggio del remo ) utilizzato nella voga alla veneta. In base al tipo di imbarcazione e tipo di posizione di voga, esse assumono forme diverse, per poter svolgere al meglio diversi compiti.

Sono studiate fin nei minimi dettagli in quanto ogni spigolo o curva svolge una determinata funzione  

Le parti principali e più comuni sono : la testa, il morso, il naselo de sora e soto, la recia, il comio e la sanca, la tapa e la sata ( elencati dall'alto al basso ) .   

Ogni azione del remo su una di queste parti, anche la più piccola variazione dell'angolazione forcola/remo, si ripercuote sul moto della barca nel modo più sensibile possibile. 

i due movimenti principali che si possono imprimere al remo per andare ipoteticamente in linea retta ,  sono in entrata ( premer ) e in uscita ( staìr ) ed equivalgono a spingere e tirare il remo facendo leva sulla forcola. 

i legni utilizzati possono essere di noce, di pero o di ciliegio ( meno pregiato dei due precedenti ), qualche volta anche acero e ulivo. 

I costruttori di forcole coincidono come "figura professionale" con quella del costruttore di remi: vengono chiamati remeri. La loro corporazione risale al 1307.

Read 1703 times Last modified on Domenica, 20 Settembre 2015 16:14