Lunedì, 03 Agosto 2015 00:00

Le origini di Venezia e la sua fondazione

Rate this item
(1 Vote)

Il quadro storico in cui si comincia a parlare di insediamenti nella zona lagunare è ben noto: a partire dal V all'VIII secolo d.c. si susseguono nel nord Italia una serie di saccheggi e invasioni da parte delle popolazioni barbariche come gli unni e i goti.

I cittadini di quelle provincie erano in origine sotto la protezione dell'Impero Romano così come gran parte della costa adriatica. Gli attacchi delle truppe di Alarico nel 402 e poi di Attila nel 452 costringono le popolazioni già presenti nell'area almeno dal 1500 a.c., a spostarsi verso la zona degli isolotti presenti nella Laguna. 

Le genti del Friuli e di Aquileia e Concordia si spostano verso Grado e Caorle; quelli di Oderzo nell'isola di Eraclea; gli abitanti di Altino si spostano a Torcello così come le genti dell'entroterra veneto di Treviso e Padova verso Rivolato, Malamocco e Chioggia.

Intorno al 466 tutti questi insediamenti formavano delle comunità a sé stanti, e allo scopo di rendersi più difendibili e indipendenti allo stesso tempo si decise di formare una federazione.

Con la riconquista della parte nord dall'adriatico da parte dell'imperatore bizantino Giustiniano ( Impero Romano d'Oriente ) tutta questa area chiamata Venetia viene posta sollo la loro giurisdizione e protezione. Dei rappresentanti di queste comunità vennero inviati nella sede "locale" del governo bizantino, presso Ravenna , in collegamento con il centro del loro potere, Costantinopoli. 

le isole della Laguna così colonizzate cominciano ad assumere sempre più l'aspetto di città dopo l'afflusso di nuovi profughi per via dell'invasione Longobarda del 568. Prendono corpo definitivamente le comunità sulle isole di Torcello , Malamocco, Chioggia e Rivolato. 

L'allentamento della presa del potere bizantino e la crescente indipendenza delle comunità lagunari portano all'istituzione del Doge.  L'invasione dei Franchi, vede la vittoria delle difese lagunari grazie ad Agnello Partecipazio, eletto poi Doge nel 809 . Egli farà bonificare vaste aree di terreno, e fondando un palazzo fortificato dove verrà in seguito stabilito il Palazzo Ducale. 

Nello stesso periodo si comincia a costruire quella flotta navale che permetterà gli scambi commerciali nei territori dell'Adriatico come la Croazia, per estendersi poi al resto del Mediterraneo , come l'Egitto.

Read 1484 times Last modified on Sabato, 06 Ottobre 2018 08:19