Venerdì, 21 Ottobre 2016 00:00

Abbacinatura

Rate this item
(0 votes)

Torniamo alle originei della repubblica, all'incirca nei primi tre secoli. Si tratta di una forma di tortura applicata ai dogi deposti e ai traditori, trasmessa dall'impero bizantino. Significa letteralmente accecare con bacino rovente. 

 

Al condannato che veniva punito si consentiva di continuare la propria vita, a patto che venisse privato di tutti i propri beni terreni. Essendo anche la vista un bene terreno, veniva tolta anche quella.

Sia a palpebre aperte o chiuse, attraverso l'uso di ferri roventi, oppure aceto bollente venivano feriti i bulbi oculari in modo tale da accecare il traditore.

Nelle forme più antiche , veniva procurata la cecità tenendo le palpebre forzosamente aperte ed esponendo il condannato al sole diretto.

Tra i dogi deposti e condannati a questa tortura si annovera nel 756 Diodato Ipato ( o Teodato ), quarto Doge della serie.

Read 1086 times Last modified on Venerdì, 21 Ottobre 2016 07:22
More in this category: « L'istituzione del Doge