Al limite della leggenda, si dice che in laguna ci siano addirittura delle iscrizioni VIC​HINGHE. Vero o falso?

Il leone con le iscrizioni vichinghe

Vero o falso?

Vero! Su uno dei leoni piazzati davanti alla porta di terra dell’arsenale, costruita nel 1460 da Antonio Gambello e poi arricchita nel 1692 dalla terrazza con le statue di divinità mitologiche, vengono piazzati dei leoni, frutto dei bottini di guerra del prode Francesco Morosini, dalla Grecia: quello sdraiato proviene dalla strada Lepsina che collegava Atene a Eleusi, e quello di sinistra accovacciato è stato trasportato dal porto del Pireo. 

Su quest’ultimo sono visibili delle strane ma inconfondibili iscrizioni runiche che risalgono al 1040. 

C’è una spiegazione : in quel periodo vennero assunte truppe mercenarie da parte dell’imperatore bizantino Michele IV il Paflagonio che transitarono nella zona della Grecia per sedare una rivolta dovuta allo scontento della politica fiscale imposta dall’impero alla popolazione. 


Ecco spiegata la loro presenza! La loro traduzione e scoperta della loro origine si deve allo studio del danese C. Rafn , il quale dopo averne eseguito i calchi riuscì a studiarne il contenuto  e la provenienza.

X