La Porta della Carta

La Porta della Carta è una delle porte d'accesso principali del Palazzo Ducale di Venezia, situata sul lato sud della Piazza San Marco.

È stata costruita nel XV secolo come ingresso ufficiale per coloro che dovevano essere ricevuti dal Doge o che avevano affari da sbrigare presso la sede del governo veneziano.

La porta è stata progettata in stile gotico dallo scultore Bartolomeo Bon e dallo storico dell'arte Jacopo Sansovino e presenta una serie di decorazioni scolpite, tra cui figure allegoriche, stemmi e rilievi raffiguranti scene della vita del Doge Francesco Foscari. Il nome "Porta della Carta" deriva dal fatto che era il luogo dove venivano esposti i decreti e le leggi emanati dalla Repubblica di Venezia, scritti su carta appunto.

Oltre a ciò, la Porta della Carta fu anche il luogo in cui venivano svolte importanti cerimonie ufficiali, come l'inaugurazione del Doge e la consegna delle chiavi della città ai rappresentanti stranieri.

La Porta della Carta è considerata un'opera d'arte di grande valore artistico e storico, nonché un simbolo del potere e della grandezza della Serenissima Repubblica di Venezia. Oggi è visitabile come parte del percorso turistico del Palazzo Ducale, che consente ai visitatori di scoprire la storia e l'arte di questo importante edificio.

Gli elementi rappresentati

Sulla porta della Carta sono presenti diversi elementi decorativi che rappresentano la ricchezza artistica e simbolica della città di Venezia:

Le statue

sulla sommità della porta della Carta ci sono quattro statue in marmo che rappresentano la Giustizia, la Carità, la Sapienza e la Fortezza. Queste statue rappresentano i valori che la Repubblica di Venezia considerava importanti.

Il leone di San Marco

sulla parte superiore della porta si trova il leone alato di San Marco, simbolo della città di Venezia. Il leone di San Marco tiene in una zampa la bandiera veneziana, mentre nell'altra una spada.

I bassorilievi: 

sulla parte inferiore della porta ci sono alcuni bassorilievi che raffigurano scene storiche e mitologiche, tra cui il Giudizio di Salomone, l'Annunciazione e la Battaglia di Anzio.

Le decorazioni a forma di conchiglia: 

sulla parte superiore della porta ci sono delle decorazioni a forma di conchiglia, che rappresentano l'importanza della navigazione e del mare per Venezia.

 

Curiosità

Ci sono un paio di curiosità sulla Porta della Carta

Una delle leggende più conosciute è quella che riguarda la statua della Giustizia posta sulla parte superiore della porta. Si narra che questa statua fosse stata commissionata dal Doge per commemorare la giustizia impartita dalla Repubblica di Venezia. Tuttavia, il giorno in cui la statua doveva essere inaugurata, si scoprì che l'artista aveva scolpito la figura senza gli occhi. Il Doge, indignato, ordinò di far tagliare la testa alla statua e di sostituirla con una nuova. Ma il giorno dopo, la testa della statua fu trovata magicamente rimessa al suo posto originale. Questo episodio fu interpretato come un segno divino della giustizia e dell'onestà della Repubblica di Venezia.

Un'altra leggenda riguarda la figura di un uomo misterioso che appare di notte sulla Porta della Carta. Si racconta che questo uomo abbia vissuto a Venezia molti secoli fa e abbia costruito la Porta della Carta come segno della sua gratitudine per la città che gli aveva dato asilo. Dopo la sua morte, il fantasma dell'uomo appariva regolarmente sulla porta, come per controllare che la sua opera fosse ancora in buone condizioni.

ti potrebbe interessare

Novembre 18, 2021

Porta della Carta

in Musei e luoghi di interesse

by Venicepedia

Aprile 23, 2023

Piazza San Marco

in Musei e luoghi di interesse

by Venicepedia

non è solo Venezia. è la tua
curiosità